“When you want more than you have, you think you need. And when you think more than you want, your thoughts begin to bleed”(Society, Eddie Vedder)

Gli effetti della moda e l’impatto ambientale

Facciamo un esperimento. Guarda le etichette dei tuoi vestiti: dove è stata realizzata la tua maglietta? Bangladesh? Vietnam? Cambogia? Se riporta scritto “Italia”, allora… Congratulazioni! Sei tra le poche persone che sono riuscite a comprare, probabilmente a un prezzo più alto, “Abbigliamento a km 0“. Ma da dove viene il tessuto?

Il documentario The True Cost” (Andrew Morgan, 2015), ci mostra una realtà magistralmente nascosta. Gli effetti della fast fashion sono tra i più inquinanti al mondo e, come sottolinea il regista, sono secondi solo all’industria petrolifera. Che cos’è allora “The True Cost“? Andrew e il suo equipaggio si sono recati in Bangladesh, in India e nei paesi occidentali per porsi le domande fondamentali: quanto costa produrre un capo? Quanto vengono pagate le sarte? Qual è il paese più economico? Cosa è veramente coinvolto?

Compra meno ma vestiti di qualità: ecco la moda etica e sostenibile

L’importanza della moda sostenibile

L’industria della Fast Fashion è un mare pieno di omicidi, ingiustizie e pochi esempi positivi. I marchi famosi non vogliono che la loro attività sia vincolata a rigide regole sui diritti umani. Pertanto, le persone trascorrono ore a cucire per soli 3$ al giorno e i marchi di moda ordinano 1,5 milioni di t-shirt a soli 0,30 centesimi l’una per poi venderle a buon mercato nei paesi occidentali.

Probabilmente, la donna che ti ha cucito la camicia che indossi lo ha fatto durante una giornata di lavoro molto dura, dopo aver lasciato suo figlio a casa, da solo. O forse lo ha portato con sé in una fabbrica di abbigliamento dove vengono usati prodotti chimici nocivi.

Purtroppo l’impatto ambientale della fast fashion include anche la morte. Questa stessa donna sarebbe potuta morire in un brutto incidente come quello accaduto al Rana Plaza (23 aprile 2013) dove 1129 persone hanno perso la vita e molti sono rimasti gravemente feriti.

Gli effetti della moda sull’ambiente: un vero costo

Come ci dice il documentario The True Cost, oltre al costo umano c’è un grave impatto della moda sull’ambiente, il quale ovviamente si ritorce contro di noi, sempre. Un esempio è Kanpur, la capitale indiana delle esportazioni di cuoio, dove ogni giorno 50 milioni di litri di prodotti chimici come il Cromo 6 vengono scaricati nel fiume sacro e nell’acqua potabile. Ciò causa malattie agli abitanti del villaggio vicino; molti di loro muoiono di cancro e un gran numero di bambini nasce con problemi mentali. Lo sfruttamento agricolo e l’uso di pesticidi e fertilizzanti influenzano le piantagioni di cotone in tutto il mondo. Il cotone biologico è una cosa rara e il cotone modificato richiede una grande quantità di acqua e prodotti chimici.

Testimonianza incidente Rana Plaza, 24 aprile 2013

Andrew Morgan e Michael Ross (il produttore del documentario) hanno realizzato una sequenza incredibilmente ben fatta e significativa di immagini, suoni e sensazioni potenti. Il loro documentario mi ha fatto pensare immediatamente a tutti i vestiti che ho comprato in passato, molti dei quali provenienti dalle famose marche fast fashion che si sono negli anni macchiate di sangue. Ma che dire adesso nel 2019? Sono trascorsi quattro anni dall’uscita di “The True Cost” e la gente ha aperto gli occhi. Ciononostante non dobbiamo dimenticarci di come stanno i fatti:

  • La produzione di una singola camicia può richiedere fino a 2700 litri di acqua;
  • Il processo di progettazione e produzione di un vestito richiede al giorno d’oggi meno di una settimana;
  • Il cotone convenzionale, contrariamente al cotone organico, utilizza un’enorme quantità di acqua e pesticidi che causano 350.000 decessi di agricoltori all’anno;
  • Il poliestere, che è presente nel 60 percento dell’abbigliamento attuale, può impiegare decenni a deteriorarsi;
  • La produzione di poliestere e nylon contribuisce al riscaldamento globale 300 volte di più del biossido di carbonio.

29 dei marchi coinvolti nell’incidente del Rana Plaza

Benetton, Walmart, Mango, C & A, El Corte Ingles, Kik, Walt Disney, Gap, Primark, Adler Modemärkte, Ascena Retail, Akuchan, Benetton, Bonmarché, C & amp; A, Camaieu, Catone Fashions, El Corte Ingles, Grabalok, Gueldenpfennig, H & amp; M, Inditex, Kappa Deutschland, Bambini per moda, KIK, Loblaw, LPP, mango, manifattura corona, Mascot, Matalan, NKD, Abbigliamento premier, PriceWaterhouseCoopers, Primark, PWC, PWT, The Children’s Place, Walmart, WRAP , YesZee.

Dettagli film

Titolo: The True Cost
Regista: Andrew Morgan
Sceneggiatura: Andrew Morgan
Produttori: Michael Ross
Anno: 2015
Paese: Stati Uniti
Durata:: 1h 32m