Il cattivo stato di salute del pianeta Terra ci manda messaggi tanto tangibili quanto allarmanti. Il dibattito sulla crisi climatica è senza dubbio uno dei più discussi. Quotidianamente scorrono davanti ai nostri occhi immagini, dati e notizie di disastri ambientali. L’impatto del cambiamento climatico e dell’inquinamento sulla nostra vita è ogni giorno più evidente. Come correre ai ripari e non assistere disarmati?  

Se da un lato è fondamentale adottare politiche energetiche sostenibili in una prospettiva economica globale dall’altro è indispensabile che ciascuno di noi faccia la differenza adottando comportamenti individuali responsabili e iniziando a vivere green. La riconversione delle abitudini a basso impatto ambientale parte dalla vita di tutti i giorni, in ambito famigliare, scolastico e lavorativo.

La sensibilizzazione dei più giovani sui temi di sostenibilità ambientale è importante perché sono loro il futuro e, se resi consapevoli delle proprie azioni, possono diventare divulgatori in prima linea di uno stile di vita a basso impatto ambientale.

Se pianti un seme e te ne prendi cura avrà i suoi frutti spontanei crescendo e diffondendo esso stesso i propri semi, come la rosa accudita dal Piccolo principe. Per fortuna sono sempre più diffusi prodotti realizzati con materiali di riciclo o recupero. Anche nel settore giocattoli iniziano ad avere mercato giochi ecologici e plastic free

Dall’arte al green, ecco dove nasce l’idea di GreenZest

Abbiamo fondato a febbraio GreenZest con l’esigenza di diffondere stili di vita sostenibile: di formazione siamo due storiche dell’arte specializzate in pedagogia del patrimonio e mediazione di contenuti educativi. Ci siamo conosciute lavorando in un importante museo romano e dopo anni di esperienza attiva nel settore culturale, abbiamo deciso di aprire un progetto green insieme con una visione unica per il settore ambientale, partendo da bambini e famiglie. La nostra mission è diffondere creatività sostenibile e abitudini green progettando contenuti, prototipi di gioco e oggetti di design in sinergia con altre realtà, promuovendo innovazione. Lavoriamo da remoto, attualmente una di noi vive a Roma e l’altra a Ginevra, e quando possibile facciamo riunioni nei parchi e nel verde.

“Il gioco è una cosa seria”

(Jean Paul)

Tutti sappiamo quanto giocare sia un momento fondamentale nella vita dei bambini e dei ragazzi che esplorano la realtà imitandola giocando. A qualsiasi età comunque il gioco è uno strumento utile all’apprendimento che permette di sperimentare e stimolare nuove abitudini, di acquisire competenze e conoscenze. Per questo motivo abbiamo iniziato la nostra attività come autrici di un gioco didattico, dalla grafica e dalla regole originali, che attraverso sfide e suggerimenti invita ad agire eco-responsabilmente. Abbiamo fatto un lungo lavoro di ricerca per ideare un gioco che consenta di apprendere in maniera attiva e stimolante, modificando il quotidiano. Il prodotto 1 ideato da GreenZest sarà in distribuzione con l’arrivo del nuovo anno e ora stiamo continuando a lavorare su altri progetti che rientrano all’interno di un programma di educazione alla sostenibilità per sensibilizzare alla tutela del nostro pianeta in modo creativo, attraverso la nostra esperienza nel settore della didattica della storia dell’arte. 

Trovate GreenZest al seguente indirizzo web: www.greenzest.it