Bikehotel? A chi rivolgersi e cosa aspettarsi quando la tua compagna di viaggio è a due ruote

Quante volte in sella alla bici hai pensato “e se e mi avventurassi per sentieri che non conosco?” o “e se facessi un giro per la nostra bella Italia in bici?” e hai desistito perché non sei abbastanza allenato, perché non sapresti da dove iniziare o perché pensi che viaggiare in bici sia difficoltoso e non occorre dotarsi di troppa attrezzatura?

Sicuramente viaggiare in bici non è come viaggiare in treno, in auto o in aereo, non ci si può improvvisare tirando fuori dalla cantina la bici lasciata a prendere polvere per troppe settimane, riempendo alla rinfusa uno zaino di maglie e jeans e imboccando un sentiero qualunque. Viaggiare in bici è la scelta consapevole di chi preferisce un’altra prospettiva per godersi il paesaggio, di chi viaggia con tutti i sensi e non si risparmia l’odore del bosco, l’attrito dei sentieri più impervi, la fantastica vista di una distesa d’erba, il canto degli uccelli e il gusto delle more selvatiche ai bordi dei campi.
Viaggiare in bici è la scelta consapevole di chi esplora il mondo a zero emissioni, di chi dedica preparazione fisica al viaggio e di chi non rinuncia all’idea di privarsi delle comodità.
E già perché viaggiare in bici non significa portarsi sulle spalle un letto ripiegato, sperare di non bucare e rinunciare a indossare capi puliti e freschi ogni giorno.

Da qualche anno anche il nostro bel Paese sta infittendo la sua mappa di strutture ricettive bike – friendly disposte a dare ospitalità ai ciclisti e alle loro amiche a due ruote.

I ciclisti o i viaggiatori esperti probabilmente conosceranno a menadito mappe, gestori e conservano da qualche parte numeri di telefono e indirizzi. Se ne senti parlare per la prima volta o vorresti saperne di più questo articolo ti dà le prime informazioni in pillole per muovere i primi passi, anzi le prime pedalate.

Bike Hotel - Hotel specializzati per ciclisti in viaggio

Bike Hotel: cosa (chi) sono?

Sono hotel o strutture ricettive di altro tipo (B&B, campeggi, ostelli) che sostengono il cicloturismo offrendo una serie di servizi essenziali ai cicloturisti e promuovendo allo stesso tempo il proprio territorio e le sinergie con l’economia e la cultura locale.

E siccome dietro alle cose e ai servizi ci sono le persone, vale anche il caso di dire che dietro ai Bike hotel prima degli imprenditori ci sono ciclisti professionisti che prima di te hanno intrapreso un viaggio in bici, conoscono le esigenze di un cicloturista e si prodigano per soddisfare ogni suo bisogno.

Bike Hotel: cosa offrono?

Preso atto che chiamiamo bike hotel quelle strutture che propriamente potrebbero essere diverse da un hotel e più facilmente riconoscibili in un bed & breakfast, in un campeggio o altro, per definirsi bike- friendly non serve solo una dichiarazione di intenti. Un bike hotel deve necessariamente offrire:

  • Ospitalità per il cicloturista e per la sua bici in appositi spazi custoditi e facili da raggiungere (rimesse custodite e comode da raggiungere);
  • Officina: uno spazio comune dotato di attrezzi per la manutenzione della bici (dalle pompe, alle brugole, al mastice e stracci e sapone per ripulirsi dal grasso dopo il lavoro);
  • Informazioni e consigli. Spesso il cicloturista è preparato e conosce i percorsi da fare in bici, altre volte si affida alle applicazioni sempre più numerose per tracciare il proprio percorso, altre volte succede che sia capitato per caso in un posto o abbia scelto di non documentarsi con il proposito di scoprire le meraviglie di un posto tra una pedalata e l’atra e i suggerimenti di chi quel posto lo vive ogni giorno. Un bike hotel e il suo staff devono poter offrire ogni tipo di supporto nel fornire tutte le informazioni sui dintorni e non solo dotandosi di mappe, brochure (anche consultabili in più lingue) e attingendo soprattutto al prezioso bagaglio di esperienze e conoscenze personali.
  • Lavanderia. Un cicloturista nel suo viaggio si espone a ogni intemperia, indossa e sporca capi tecnici che necessitano di lavaggi accurati. Un bike hotel deve poter garantire un servizio di lavanderia efficiente in grado di consentire soggiorni e soprattutto viaggi confortevoli ai propri ospiti;
  • Servizio di ristorazione dedicato: il cicloturista potrebbe aver necessità di lasciare la struttura all’alba o potrebbe richiedere un pasto particolarmente proteico o energizzante. La cucina di un bike hotel deve poter consentire colazioni dalle prime ore del mattino e menù dedicati agli sportivi.

Un bike hotel può sicuramente arricchire la gamma di servizi per i propri ospiti anche attraverso convenzioni con esercizi commerciali e professionisti: dalla lavanderia a negozi specializzati in pezzi di ricambio, dal centro benessere al fisioterapista della zona. Il Bike Hotel può fare rete con gli enti locali per la promozione del territorio e affidare i propri ospiti a mani esperte ed infine può farsi carico dell’assistenza dei propri ospiti offrendo il servizio di trasporto bagagli extra o prelevando i cicloturisti che ne avessero l’esigenza.

Bike hotel: dove sono?

È possibile cercare le strutture bike-friendly attraverso il portale www.albergabici.it della Federazione Italiana Amici della Bicicletta per regione o nome.
È possibile cercare la struttura ricettiva adatta alle vostre esigenze anche sul portale di Italy Bike Hotels o sul sito di Bike Italia o ancora sul sito Bike Hotel Italia ed ancora numerose pagine web.

E tu sei mai stato in Bike hotel? Hai organizzato un viaggio in bicicletta? Hai aneddoti o avventure da raccontarci? Condividi la tua esperienza, lasciaci un commento!