Oggi parleremo di un tema tutto femminile, ma al quale possono (o dovrebbero…) essere interessati anche i maschietti: le mestruazioni!

Oh mio Dio, che nome orribile! Ho sempre pensato che fosse una parola estremamente cacofonica (cioè con un brutto suono), ma non per questo ci deve “spaventare” o mettere in imbarazzo. Quando sento donne chiamarle “le Mie Cose”, “il Rosso” ecc. mi sembra quasi di percepire un senso di vergogna o di ribrezzo. Perché mai dovremmo sentirci “strane”? È normalissimo perché è nella nostra fisiologia dell’essere donna, che ci piaccia o meno!

Comunque, al di là di queste considerazioni personali, quanto ci costa “psicologicamente” il ciclo mestruale ogni anno?

Se sommiamo tutti i giorni dell’anno in cui ogni donna ha le mestruazioni, otterremmo un totale di 60 giorni (5 giorni per 12 mesi). Certo, è una media: magari a qualcuna le mestruazioni durano 7 giorni, ad altre 3, ma se consideriamo il totale delle donne, sono circa 60 giorni. E sono tanti: sono due mesi interi! Per alcune sono due mesi di sofferenze e dolori più o meno intensi, di sbalzi ormonali e di repentini cambiamenti d’umore, di colpi di fame improvvisi ecc. insomma, non sono due mesi facili!

E quanto ci costano economicamente questi due mesi?

Qui entriamo in un campo un po’ delicato perché esistono moltissime marche di assorbenti esterni/interni che hanno prezzi molto diversi tra loro, a seconda delle diverse caratteristiche e dei materiali utilizzati per la loro fabbricazione: con ali/senza ali, profumati/neutri, super assorbenti/normali, anallergici/normali ecc. Inoltre, i prezzi possono variare da negozio a negozio oppure se li acquistate online. In ogni caso, qualunque marca usiate, gli assorbenti costano davvero tanto (senza considerare che, nell’ultima manovra del governo, agli inizi del 2019, gli assorbenti sono tassati come qualsiasi altro bene, come se non fossero un bene di prima necessità per le donne!).

Assorbenti lavabili in stoffa

Ma torniamo alle nostre considerazioni e lasciamo la politica a chi se ne intende. Poniamo che, mediamente, una confezione di assorbenti costi 6 euro (ancora una volta si tratta di una media: più lavorati o “più di marca” saranno i vostri assorbenti e più costeranno!) e che ogni donna utilizzi una confezione di assorbenti per ogni periodo di mestruazioni (lo so, è una stima al ribasso per molte di noi). Questo significa che ogni anno spendiamo almeno 70 euro! Ovviamente questa cifra è variabile e dipende da tutte le considerazioni che abbiamo fatto prima. Ma non è finita qui, perché bisogna moltiplicarla per tutti gli anni in cui una donna ha un ciclo mestruale: circa 40 anni (considerando che il menarca compare attorno ai 12 anni e la menopausa arriva attorno ai 50 anni): un totale di quasi 3.000 euro!

E ogni mese siamo costrette a fare i conti con questa spesa economica e con questo scempio ambientale!
Eh sì, gli assorbenti (e i pannolini dei neonati, altro esempio) non sono riciclabili e quindi vanno dritti dritti nelle discariche delle varie città o negli inceneritori o, peggio ancora, in mare! E noi siamo personalmente responsabili di questo: ogni azione ha un effetto. Ogni scelta d’acquisto che facciamo ha una conseguenza. Quando buttiamo gli assorbenti nel secco indifferenziato, sappiamo che non saranno mai riciclati!

Ma è proprio qui che entra in gioco lo spirito green che caratterizza molte di noi: tutto questo spreco di denaro e di materiali plastici può essere sostituito e semplificato dagli assorbenti lavabili o dalla coppetta. Il costo di questi è superiore all’inizio, ma si ripagherà nel giro di pochissimo tempo.

Vediamo un esempio molto pratico: la maggior parte delle coppette si può trovare a circa 20 euro in farmacia oppure online o nei negozi specializzati (l’equivalente di quello che spenderemmo in circa 4 mesi con l’utilizzo di assorbenti tradizionali) Ma…la coppetta può essere riutilizzata per 10 anni! Questo significa che spendendo 20 euro per una coppetta, non dovremmo più spendere almeno 700 euro in assorbenti! E scusate se è poco…con i soldi risparmiati possiamo farci un bel viaggetto, concederci qualche capriccio o fare ciò che più ci piace!
E anche per gli assorbenti lavabili vale lo stesso discorso: a circa 25 euro si possono trovare confezioni con numerosi assorbenti, anche questi riutilizzabili per moltissimi anni. E ancora una volta il risparmio è notevole.

Coppetta o tampax?

Tralasciando per un momento il lato puramente economico, vediamo l’aspetto più pratico: usare la coppetta è comodissimo perché, una volta infilata, vi potete dedicare a ciò che vi piace, senza dovervi più preoccupare delle mestruazioni! La coppetta, infatti, può essere svuotata fino a 12 ore dopo l’inserimento (ovviamente dipende dall’intensità del vostro flusso, ma per questo ne esistono di varie capienze) ed è una bella comodità per chi è fuori casa tutto il giorno o per chi pratica sport o per chi di noi ama andare al mare e in piscina. Inoltre, il materiale di cui sono fatte (silicone medicale) è antibatterico e anallergico. Per avere un consiglio sulla taglia o sul modello che più si adatta a voi, potete chiedere consiglio alla/al vostra/o ginecologa/o o alla/al vostra/o farmacista oppure potete entrare a far parte di gruppi Facebook dove degli esperti vi potranno dare degli ottimi consigli.

Gli assorbenti lavabili, invece, sono del tutto simili per forma a quelli tradizionali, ma sono solitamente fatti in micropile, cotone o bamboo nella zona a contatto con la pelle, mentre lo strato assorbente è, in genere, composto di spugna di cotone, canapa, microfibra o bamboo. Permettono un ottimo assorbimento, anche se vanno comunque cambiati durante il giorno. Anche in questo caso, potete spulciare in rete i numerosi siti dedicati alla vendita di assorbenti lavabili e scegliere quelli che più fanno per voi.

Insomma, le alternative agli assorbenti tradizionali ci sono eccome! E voi, cosa aspettate a cambiare il mondo?

…ma la storia non finisce qui! Seguite Silvia nella prossima avventura! 🙂