Ormai manca poco a Natale e sappiamo già che ci saranno le prime corse al regalo dell’ultimo minuto. Per aiutarvi un po’, in questo articolo troverete 5 soluzioni (e un sacco di riferimenti utili) per un regalo di Natale sostenibile che vi farà fare un bel figurone rispettando l’ambiente e valorizzando la creatività che fa bene.

Che Natale faccia ormai rima con consumi esagerati, acquisti sfrenati e regali presi quasi in apnea dagli scaffali di centri commerciali affollati alle 19 della Vigilia…non è una novità.
Ma le alternative con cui modificare queste abitudini malate ci sono, e spesso sono più pratiche ed economiche di quello che si pensa.

5 idee regalo per un Natale green ed ecologico

#PerunNataleconsapevole…

1.Regala un messaggio di pace!

“Trasformare l’orrore della guerra in un vantaggio economico”: l’avventura di No War Factory si potrebbe riassumere con questa frase. I loro gioielli infatti – semplici, dalle linee estremamente pulite ma dalla grande eleganza – vengono realizzati da artigiani dei villaggi rurali del Laos riciclando scarti di ordigni bellici risalenti al conflitto USA-Vietnam.

I prodotti così ottenuti vengono importati ed impreziositi in Italia, e parte del profitto viene devoluto in progetti di sminamento. Come spiegato sul loro sito, serviranno infatti ancora 125 anni per il completo sminamento del Laos continuando al ritmo attuale, e questo perché per 9 anni consecutivi il Paese è stato martoriato da un aereo pieno di bombe ogni 8 minuti, senza soluzione di continuità. Un dramma inimmaginabile che non potrà mai essere dimenticato né ridimensionato, ma a cui forse – proprio per questo – ha senso rispondere così: fornendo aiuti concreti e diffondendo bellezza. Quale messaggio migliore, per questo Natale? Sul sito di No War Factory è attivo uno shop e le spedizioni (lo abbiamo verificato personalmente) sono rapidissime!

No War Factory - Idee regalo Natale

2.Regala un albero

Se non avete uno spazio esterno in cui provvedere autonomamente, potete contare sul potere della rete e sul supporto di un interlocutore fidato: Treedom, “l’unica piattaforma web al mondo che permette di piantare un albero a distanza e seguirlo online”.

Come fare? Semplicissimo: basta accedere al sito, scegliere la pianta da regalare (anche a se stessi oltre che al Pianeta, perché no?) ed effettuare il pagamento. Di ogni pianta, al momento della scelta, vengono forniti descrizione, posizione geografica ed una stima del risparmio di CO2 che la sua piantumazione genererà insieme ad una stima dei suoi “poteri” a livello di protezione ambientale, sviluppo economico locale e sicurezza alimentare.

Se al momento dell’acquisto dell’albero si segnalerà che si tratta di un regalo, si potrà poi scegliere la modalità di consegna più adatta alle proprie esigenze: una mail (potendo decidere il giorno del recapito), un bigliettino da stampare dal sito e consegnare a mano, un messaggio whatsapp…Sul supporto scelto sarà indicato il codice identificativo dell’albero, che il destinatario potrà utilizzare per ammirarlo e restare aggiornato sui suoi progressi. Potrebbe esserci regalo più potente di questo, oggi?

Dal 2010 ad oggi Treedom ha reso possibile la piantumazione di oltre 400 mila alberi tra Africa, America Latina, Asia e Italia.. ma c’è ancora molto lavoro da fare!

3.Regalo fatto a mano

E qui non basterebbe un sito intero. Servirebbero decine di articoli, centinaia di sottocategorie e un’infinità di “e poi”, per raccontare anche solo una minima parte di questo mondo fantastico. Sì perché di creatività – di quella sana, studiata, professionale, originale e rispettosa dell’ambiente – ce n’è davvero tantissima in giro… basta cercarla (e internet in questo aiuta moltissimo) e poi sostenerla, non fermandosi al consueto o al “brandizzato”.

Vi citiamo qualche caso a nostro avviso particolarmente speciale, curato e denso di valore: i capi di abbigliamento Nevelokids, un atelier digitale che disegna capi di abbigliamento e li confeziona al momento dell’ordine, a mano e su misura. Dietro questo nome ci sono una mamma e una figlia affiatate, determinate e con un grandissimo gusto per gli accostamenti, le forme e le finiture. Vi consigliamo di seguirle su instagram perché oltre che bravissime sono uno spasso!

E poi le ragazze di Fil Good, un concept store artigiano con sede a Verona dove convivono – in un modo che dà a tutto l’insieme un sapore davvero unico – gli abiti in tessuti naturali Filotimo e le borse in pelle FiluFilu. E poi, per gli amanti della ceramica, ci sono le meraviglie a marchio Le creazioni Del Re (che non nasconde una passione quasi incontrollata per i mici!) e i gioielli abbondanti, potenti ma delicatissimi delle Officine Gualandi. Vi abbiamo dato abbastanza spunti??

Back From Rubbish - Idee regalo Natale

4.Regala riciclato, usato, recuperato

Secondo noi, quando l’handmade incontra il riciclo possono davvero nascere delle meraviglie. Qualche esempio? Vediamo.. Beh, se avete amiche appassionate di bijoux e dello stile retrò vi consigliamo le creazioni Aspettaevedrai, realizzate con piatti rotti, vecchi pizzi e (novità di questo Natale) francobolli viaggiati, con una percentuale di poesia che ogni volta lascia senza fiato; per le fashion victims con coscienza non potrebbe esserci regalo migliore di un capo Namastè Lab Creativo. Carolina, l’anima di questo progetto, realizza abiti con tessuti riciclati adatti a tutte le taglie (quindi perfetti da regalare!) e curati davvero nei minimi dettagli.

Namastè Laboratorio Creativo - Idee regalo Natale

E poi come non citare i gioielli di carta pressata di Lauvmade, le scatole di latta vintage che Elisa di Fior di Latta trasforma in parure senza tempo, i monili di quel matto di Teddyproduzioni che recupera posate di ogni epoca e vecchie serrature, gli zaini di jeans made in La stanzetta del riciclo o i gioielli Back from Rubbish realizzati con le camere d’aria delle biciclette? Vi sfidiamo a non trovare, tra questi, la proposta che vi farà innamorare!

Lauvmade - Idee regalo Natale

5.Regala l’impegno dei piccoli negozi indipendenti

Far vivere un piccolo negozio di quartiere, oggi, è davvero una sfida ambiziosa. Le ultime statistiche in merito non lasciano spazio a grandi interpretazioni. Eppure…eppure ci viene da dire due cose:

1) il nostro potere d’acquisto in questo senso può davvero fare la differenza, quindi la partita non è ancora chiusa e siamo noi che possiamo orientarne veramente il risultato;

Diorama - Idee regalo Natale

2) c’è chi, nonostante tutto, ci crede e ce la fa! Pensiamo ad esempio a Francesca, che con la sua Diorama Boutique, a Bologna, ha riformulato le tabelle ufficiali in uso al catasto per definire la grandezza degli esercizi commerciali, perché i suoi 18mq di negozio contengono una quantità di meraviglie vintage assolutamente inimmaginabile; poi ci sono le sorelle di Makerie Store, che in quel di Mirano (VE) gestiscono un negozio interamente dedicato all’handmade, con una selezione delle proposte estremamente accurata e qualitativa; e poi ci sono il Lumineers Project di Ferrara (una nuova apertura a cui vanno i nostri migliori auguri!), il Panpepato di Milano, il Manufacta di Firenze…

Un giorno ci dedicheremo alla mappatura di questi luoghi speciali – che preservano e promuovono in modo coraggioso il fatto a mano di qualità, il second hand e il recupero – e siamo sicuri che l’elenco che ne verrà fuori sarà lunghissimo! Nel frattempo, l’invito è a passare anche da questi luoghi, per regali di Natale sostenibili ma non solo!